CQ CQ de IK6DIO IK6DIO pse k in psk31, così ho provato alcune chiamate …  Non ho ancora finito di completare la scatola, infatti mi manca ancora la parte superiore e quella inferiore, ma ciò non mi ha impedito di provare il BITX40 nei modi digitali più precisamente in psk31 nella banda hf dei 7 mhz.

Giorni prima mi era venuto in mente, di racchiudere una schedina audio USB all’interno del contenitore, guardando sulla rete, l’ottimo lavoro di interfacciamento alla radio di G4ILO.

RTX Bitx40 psk31

Preso dall’entusiasmo ho cannibalizzato la mia chiavetta audio, come questa qui sotto, privandola della plastica e della stesso attacco USB, anche gli stessi due led, gli ho spostati sul frontalino e poi ho replicato lo  schema elettrico di Julian; anche io su una piccola board mille fori.

audio usb psk31

Ho avuto anche qualche piccolo problema, nel rifare lo stesso schema, ovviamente come al solito, per mie disattenzioni. Ma siccome non mi perdo mai d’animo, mi fermo è riparto il giorno successivo con la mente più fresca, trovando finalmente l’inghippo. Questa foto che vediamo sotto, ci propone l’interno con le mie relative descrizioni in giallo.

RTX Bitx40 psk31

Per poter inserire sul retro una presa USB, ho dovuto sacrificare un cavo, acquistato come ricambio per il PC, con mio rammarico era anche un USB 3.0 con molti più fili, ma essendo retro compatibile con lo standard 2, sarebbe andato bene lo stesso, così ho utilizzato solamente i fili necesari, il rosso, il nero, il verde ed il bianco.

Ho aggiunto tanti mod ed Hack al piccoletto, come ad esempio il pratico e comodo encoder rotativo, utilizzando lo sketch di PA3FAT, ma ho anche aggiunto un relè per poter portare, all’esterno del transceiver un contatto pulito del ptt, per un eventuale amplificatore.

RTX Bitx40 psk31

La prima cosa da aggiungere è anche la più semplice, ma la più importante a mio parere, un fusibile ed un diodo, montati sul cavo di alimentazione in modo che se, inavvertitamente si dovesse invertire la polarità, il fusibile salterebbe subito vedendo il corto provocato dal diodo, interrompendo di conseguenza l’alimentazione.

Questo è il filmato, della mia seconda prova di ricezione in PSK31, ne ho fatta anche una prima, per la taratura dell’interfaccia in trasmissione, ponendo a termine anche un piccolo QSO, con un OM Francese, avevo appena 3 o 4 Watt di uscita, ma non era acceso il mio telefonino, peccato hi.

La mia foto Photo Gallery.