Questa è la mia HB9 per i 144 Mhz, fatta in casa …


La mia passione per le antenne ed in particolare per le HB9, dopo la mia creatura per i [SEI METRI], mi ha portato alla realizzazione di una versione per i DUE. Essa è nata dalle ceneri, come l’araba fenice, di una mia compagna di avventure radio in 144, ormai arrivata alla fine della sua vita. Essa era composta da parti di forma cilindrica che si smontavano, però la mia nuova creatura rimane tutta intera, per fortuna le dimensioni gli permettono di entrare, in auto facilmente per il trasporto. Per il boom, ho usato uno scatolato di alluminio, dalle dimensioni di 12 per 12 millimetri e 1 di spessore; mentre per gli elementi, ho usato un tubetto di alluminio del diametro di 7,5 millimetri.

 HB9_001_L

Per realizzare la struttura, che si raccorda sui due punti di alimentazione negli elementi, ho usato del piattino di alluminio di 8 millimetri con spessore di 1, avvitato con delle viti autofilettanti. La stessa struttura è sostenuta con degli isolatori, costruiti in teflon ed avvitati con viti da 3 ma in nylon, si unisce poi al connettore UHF femmina da pannello, tramite una capacità.

 HB9_002_L

Per trovare l’esatto valore del condensatore ceramico da apporre, ho usato un piccolo compensatore, che tramite un cacciavite, mi permette di variarne la capacità. Per creare un buon isolamento alle intemperie, ho dovuto mettere un capacità fissa, pari al valore del compensatore, all’interno del tubetto di colore nero, che si vede nella foto, poi riempito con della colla a caldo. Sarebbe stata migliore una resina, ma io avevo solo la colla.

HB9_misure_L

Quelle che vediamo nello schizzo da me realizzato, sono le misure dell’antenna. Tutto il boom fino all’attacco è di 50 centimetri, ma questa misura non incide su rendimento, l’importante è che i due elementi siano distanti 25,8 cm.

HB9_003_L

Questa è la foto, fatta con l’analizzatore di antenne della MFJ collegato, che mi ha semplificato molto il lavoro. Anche il capacimetro è importante, se ne trovano molti su ebay.

HB9_test_L

Tarando il compensatore, ho portato il ROS ad 1.1 con un’impedenza di circa 55 ohm a centro banda. Ho misurato poi la capacita, avevo circa 22 pico farad, allora ho messo un equivalente ceramico NPO, quello con il puntino nero, perché è più resistente alle derive termiche, poi ho sigillato il tubetto. Ho fatto anche alcune prove, collegando diversi OM Croati e Sloveni, dal mio luogo preferito, cioè il porto turistico di Senigallia, con QRB dai 200 a 250 chilometri senza difficoltà. Unico neo è che non sono riuscito a collegare, un OM della zona 1 con una distanza di circa 450 km. Evidentemente lui aveva un aiutino, io usavo solo i miei 20 watt, ma considerando che, tenevo l’antenna in mano, ad un’altezza di 2 metri circa, mi posso ritenere soddisfatto. Poi penso anche che una 2 elementi, non possa mica fare i miracoli.

73 a tutti de ik6dio Claudio.

 .